Nicola Mastronardi

Autore/giornalista/saggista Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze – Indirizzo Storico-Internazionale. Membro dell’Accademia dei Georgofili, è studioso delle civiltà semi nomadi dell’Appennino italiano e del Mediterraneo. Da venti anni alterna la libera professione nel campo dei reportages di turismo escursionistico, agli interessi di storia antica …

Read More

Brano 5

(Dal capitolo III) L’autunno per Detfri era il periodo più triste dell’anno. I mesi umidi della nebbia e della pioggia non erano mai stati tra i suoi preferiti. E poi, quelle terribili tempeste di vento! Succedeva due o tre volte l’anno, nella valle del Ver, …

Read More

Brano 4

(Dal capitolo II) “E’ venuto il momento di svelarvi il motivo di questa assemblea!” incalzò il Proconsole non attendendo che si facesse silenzio, sapendo che quello era il momento di imporsi. “Ascolani, è del tutto evidentemente, che la riconoscenza e la lealtà non sono disposizioni …

Read More

Brano 3

(Dal capitolo II) Un bambino. Aveva sognato un bambino. Si svegliò con l’immagine di quel volto ancor ben definita nella mente, tanto nitida da ricordarla come reale. Ne aveva sentito persino la voce.  Sarebbe stata così quella di suo figlio? Sorrise. Cercò di ricordare il …

Read More

Brano 2

(Dal capitolo I) “Eccomi, Meddís, signore”. Un uomo robusto, dalla carnagione scura, palesemente impaurito per ciò che stava accadendo, fece capolino da un angolo di uno dei due monumenti. “So che ho sbagliato, ma il marmo non bastava per tutt’e due le lapidi…. E poi, …

Read More

Brano 1

(Dal Prologo) Tamburi. Un suono lontano, inquietante, che proveniva dalla profondità della terra. Il guerriero si fermò ad ascoltarli. Un brivido lo percorse dalle viscere alla testa, poi tornò a bere l’acqua fredda del ruscello che attraversava l’accampamento. Era ancora buio, la sveglia ai soldati …

Read More